Contenuto principale

Messaggio di avviso

Dirigente Scolastico  

 

Ai docenti,  al loro impegno ed alla loro professionalità, va il merito di aver consentito al nostro liceo di divenire ciò che siamo: una realtà significativa, frequentata da circa 1300  studenti, la cui qualità è stata riconosciuta dall’U.E. con l’attribuzione dell’ “attestato di internazionalizzazione” con la motivazione: “La scuola nell’ultimo triennio si è particolarmente contraddistinta per le esperienze realizzate in ambito di internazionalizzazione (dimensione europea ed internazionale dell’educazione-lingue straniere) ed intercultura.”

Dopo un anno di lavoro insieme, desidero rivolgere i miei più sentiti ringraziamenti a tutti i docenti, al personale non docente, agli alunni e alle loro famiglie, ai rappresentanti dei genitori e degli studenti nel consiglio d’Istituto e nei consigli di classe.

Sono consapevole che stiamo continuando  a percorrere insieme un cammino difficile, in un’epoca in cui il ruolo della Scuola come luogo privilegiato di  istruzione e formazione delle nuove generazioni , come  centro e perno di un rapporto educativo fondamentale e ineludibile, luogo ideale di crescita di cittadini consapevoli e responsabili è sempre più importante , pur essendo spesso sottovalutato o, addirittura, trascurato.

Il mio obiettivo, in qualità di dirigente scolastico, è quello di promuovere l’apprendimento, con convinzione e determinazione, lavorando sinergicamente con tutte le parti in causa : famiglie, docenti e personale ausiliario /amministrativo. Desideriamo valorizzare tutti gli stili cognitivi delle studentesse e degli studenti, aiutare i più deboli a raggiungere i risultati profondamente voluti, coltiviamo le eccellenze con curricoli sfidanti, promuovendo le giuste ambizioni dei giovani.

 Come diceva Don Milani: "Tentiamo … di educare i ragazzi a più ambizione. Diventare sovrani (il dominio della propria vita attraverso il dominio della parola)! Altro che medico o ingegnere."

Per raggiungere questo obiettivo, ho registrato ed auspico per il futuro una collaborazione leale e continua, una vera alleanza educativa tra tutte le componenti della scuola ed il nostro Territorio, rappresentato dagli Enti locali e dalle Agenzie educative e di Volontariato presenti in esso: la formazione dei Cittadini di domani dovrà essere la più completa ed organica possibile, proprio come organica e completa dovrà essere la nostra Comunità Educante.

Per raggiungere questo obiettivo, chiedo ai docenti ed alle famiglie di continuare ad ascoltare insieme le ansie e le aspettative degli studenti, di comprendere i loro problemi : i nostri giovani appaiono sempre più disorientati , immersi in un mondo globale  in crisi, fragile e povero di modelli di vita ispirati ai valori etici positivi e tipici della cultura occidentale.

Non chiedo invece agli adulti della nostra Comunità di sottovalutare gli atteggiamenti inadeguati al “patto di corresponsabilità” che intendiamo portare avanti con forza e coerenza: anzi questi eventuali comportamenti verranno sanzionati, se lo riterremo opportuno a livello educativo.

Chiedo agli  studenti, che in ogni caso sono sempre al centro del nostro piano dell’offerta formativa,  la massima collaborazione, il costante rispetto dell’orario, dei compagni e dei professori.

 Chiedo anche impegno e studio perché la scuola  richiede serietà, rispetto delle regole, comportamento consono, in particolare, alla scelta dell’IIS “Don Lorenzo Milani”,  punto di riferimento  tra le scuole superiori della nostra Città e della nostra Provincia.

Manteniamo vivo in noi tutti, appartenenti a questa Comunità Scolastica,  il senso dell’amicizia leale e sincera, il rispetto per gli altri, la capacità di valorizzare e promuovere la personalità di chi è considerato “diverso” come   modo di pensare e di essere, perché la diversità è  un valore importante con cui confrontarsi e dialogare.

Chiedo infine a me stessa di  guidare questa scuola con grande senso di responsabilità, unito all’ottimismo di chi crede nelle proprie potenzialità ed è determinato  a lavorare intensamente per il raggiungimento degli obiettivi fissati, non stancandosi mai di rincuorare gli altri nei momenti difficili, di riconoscere i limiti del proprio lavoro e di superarli , di riconoscere e valorizzare l’impegno di tutte le componenti della scuola.

Così come Pericle, Primo Cittadino dell’Atene del V secolo ac , diceva agli Ateniesi  riuniti attorno a Lui, così anch’io desidero sollecitarvi  augurandoVi  buon lavoro con  parole simili:

“ Noi Ateniesi….siamo i soli che aiutiamo un altro senza timore, non per un calcolo interessato, ma per la fiducia che deriva dalla libertà……. e dico che la nostra città, nel suo insieme, costituisce un vivente ammaestramento per tutti……. e mi sembra che ogni uomo possa, presso di noi, sviluppare una personalità autonoma sotto molti aspetti, spigliatamente e con modi raffinati.”

 Buon anno scolastico a tutti.                                                                                                

 

Il Dirigente Scolastico 

Prof.ssa Gloria Albonetti